Questo sito utilizza cookies tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione anche di terze parti per proporti materiale informativo in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner presti il consenso all'uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo clicca qui.

Un progetto di BPER BANCA
Apri menu

Inserisci la chiave di ricerca e premi invio

X

Social tips

TOP 3 MEME DEL 2018

Gennaio, tempo di bilanci: un anno è appena finito e uno nuovo è appena iniziato.
Il momento giusto per guardarsi indietro e trarre qualche conclusione.
Qui ci occupiamo di meme e ci chiediamo: quali sono stati i 3 meme più influenti del 2018?
Per ovvie ragioni, è molto difficile fare un podio e ogni classifica di questo tipo lascia fuori tanti potenziali campioni.
Ma da qualche parte bisognerà iniziare. Questa è la nostra top 3, diteci la vostra nei commenti!
 
Il fotogramma viene da un misconosciuto anime degli anni novanta chiamato The Brave Fighter of Sun Fighbird. Il personaggio è un androide che non conosce bene la terra e scambia una farfalla per un piccione. Questo meme è stato utilizzato per rappresentare i pregiudizi e le affermazioni fuori luogo di infinite categorie di persone, associate a questo androide che prende fischi per fiaschi. Inoltre, ci aiuta a capire un aspetto fondamentale della memetica: non c’è stato nessun bisogno di conoscere l’origine del meme per utilizzarlo correttamente. I meme sono delle espressioni così potenti e intuitive che possono essere adoperate efficacemente, ignorando del tutto il background da cui provengono.
 
2 - Avengers
Il film Avengers: Infinity war, uscito a metà anno, ha dato vita a tutta una serie di meme di successo, quasi sempre incentrati sulla figura di Thanos e sul suo piano di distruzione, come quello in cui spiega quanto ha dovuto sacrificare per metterlo in atto ( https://pics.me.me/so-you-bought-an-apple-product-yes-what-did-it-35659905.png ), o quello in cui ricorda il passato del suo pianeta ( https://knowyourmeme.com/photos/1406431-let-me-guess-your-home ).
Ma il più influente di tutti è stato senza dubbio il cosiddetto “Disintegration effect / I don’t feel so good”, meme basato sulla scena in cui metà dei personaggi dell’Universo Marvel vengono disintegrati dal Guanto dell’Infinito di Thanos.
Tanto influente che l’account twitter della A.S. Roma, quello inglese ufficiale, lo ha utilizzato per prendere in giro le squadre che non hanno raggiunto la zona Champions lo scorso campionato ( https://cdn.calciomercato.com/images/2018-05/champions.roma.sfotto.2018.750x450.jpg  )
 
Il nostro vincitore è l’NPC. NPC è un acronimo inglese che sta per Non-Player Character cioè tutti quei personaggi che in un videogioco sono controllati dall’intelligenza artificiale e non da un giocatore umano. Il disegnino che vedete è la rappresentazione iconica di un NPC, cioè di un’intelligenza artificiale prevedibile che può darti poche risposte programmate e ha un paio di espressioni: quella a riposo e quella arrabbiata.
Fu inizialmente usata come strumento politico e iniziò la destra: mise in bocca a questo personaggio tutta una serie di affermazioni e slogan di sinistra per sostenere che i progressisti fossero persone conformiste e ripetitive tanto quanto un computer. La sinistra fece lo stesso con le opinioni di destra. Poi il meme prese una strada apolitica e diventò una riflessione sul conformismo in generale e soprattutto un modo per indagare quello che in filosofia si chiama “il problema delle altre menti”: siamo sicuri che le persone con cui parliamo siano davvero persone e non automi? Chi ce lo assicura?
Se lo chiese per la prima volta il filosofo francese Cartesio secoli or sono e oggi la questione viene affrontata tramite meme.
Non male questo 2018, se chiedete a me.






Contest video #TuCheMiConosci

Contest Video #TuCheMiConosci

Scopri come partecipare al contest dedicato al mondo dei video!


Partecipa

Ultimi articoli