Questo sito utilizza cookies tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione anche di terze parti per proporti materiale informativo in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner presti il consenso all'uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo clicca qui.

Un progetto di BPER BANCA
Apri menu

Inserisci la chiave di ricerca e premi invio

X

Scrittura

Luciano Spinelli: vi racconto il mio secondo libro, "Per Sempre"

- da Top Girl

A soli 19 anni, Luciano Spinelli ha numeri da far girare la testa. 600 mila iscritti sul suo canale YouTube e 7 milioni di follower su TikTok. Dopo aver pubblicato nel 2017 "Insieme", il suo primo libro, il muser più seguito d'Italia è tornato in libreria con "Per Sempre" (Rizzoli, €15,90), una raccolta di pensieri, poesie e disegni che tratteggiano benissimo la personalità e la sensibilità di un ragazzo con talento e personalità. Che senza farsi abbagliare dai suoi straordinari "numeri", studia e si impegna per migliorare. Sempre. Ma lasciamo che sia lo stesso Luciano a raccontarci il suo mondo e i suoi progetti...


   

Ciao Luciano, "Per Sempre" è il tuo secondo libro, che esce a due anni di distanza dal primo, "Insieme". Ci racconti un po' come e quando è nato? 
Anche questo libro, un po' come il primo, è  nato un po' per gioco e un po' per mostrare al mondo quella che è l'altra mia grande passione: il disegno. Quello che si trova all'interno sono poesie, pensieri di questi ultimi due anni uniti a dei disegni che si legano al pensiero o alla poesia.  

Nella presentazione del libro affermi di aver sempre lottato per poter essere te stesso. Ci puoi raccontare contro chi o che cosa hai dovuto combattere? 
Da piccolino ho vissuto degli anni molto difficili, fin dall'asilo, e ho voluto raccontarlo perché spero che questo possa dare una mano a quelli che subiscono quello che ho subito io. Molto spesso in passato mi sono quasi sentito in obbligo di dover cambiare per gli altri, per farmi accettare dalle persone. Non poteva funzionare così, e alla fine ho deciso di andare avanti per la mia strada senza farmi condizionare dal giudizio della gente. Se prima ero il bambino "strano" che si metteva a leggere e disegnare nascosto nella classe, venendo così preso in giro e discriminato e soffrendo per questo, con il tempo ho iniziato a fregarmene e a vivere la vita come volevo io.   

Quale messaggio ti piacerebbe che arrivasse ai lettori del tuo libro? 
Io spero che "Per Sempre" possa essere di aiuto sia ai piccoli sia ai più grandi. Con questo libro cerco di non far sentire nessuno solo, cerco di trasmettere dei valori che possono essere quelli della famiglia e dell'amicizia, e voglio fare capire quanto possa essere importante l'amore in senso assoluto


Della passione per i video parliamo più avanti, ora raccontaci un po' della passione per la scrittura…  
Sin da piccolo, a scuola, la mia materia preferita era italiano. Ho sempre amato scrivere e anche grazie alla mia maestra delle elementari, come ho raccontato spesso, ho portato alla luce questa mia passione. Mi ricordo che sin da piccolino scrivevo dei temi molto particolari, viaggiavo parecchio con la fantasia. In più, scrivevo un mio diario segreto. Ancora adesso, anche quando magari sono in viaggio per lavoro, vado in giro con un block notes sul quale annoto pensieri, disegni, poesie, che posso aver voglia di buttar giù in qualsiasi momento della giornata.  

Sei arrivato su YouTube a 15 anni. Ti ricordi il primo video che hai pubblicato? E cosa ti aveva spinto a comunicare attraverso YouTube? 
Io sono sempre stato molto timido e il motivo per cui avevo aperto il mio canale era proprio legato alla possibilità di parlare con qualcuno senza però vederlo in faccia. Il mio primo video, che non c'è più sul mio canale, aveva come protagonista la mia famiglia e i mercatini di Natale. Mi ricordo che la sera stessa lo caricai e mandai il link a cinque mie amiche e loro furono le prime ad iscriversi. E' bello pensare a quel momento perché mi ricordo quanto ero agitato ed emozionato allo stesso tempo.  

I tuoi genitori come vivevano questa tua passione per YouTube? 
All'inizio mamma era un po' preoccupata, ma appena ha visto che da parte mia c'era molta responsabilità, si è tranquillizzata. I miei comunque mi hanno sempre supportato e sono sempre stati orgogliosi di me. In più, con l'andare del tempo i "numeri" del canale sono diventati importantissimi e questo ha fatto capire ai miei genitori quanto il mio impegno portasse a grandi risultati.  

Parlavi di numeri importanti. E' innegabile che la cosa sia partita come un gioco ma poi sia diventata un vero e proprio lavoro. Ti crea pressione dover sempre essere all'altezza dei tuoi "numeri"? 
Io quello che faccio lo faccio ancora oggi per passione. Poi, il fatto che la mia passione sia diventata un lavoro non può che rendermi ancora più felice. La grande responsabilità che sento rispetto a quello che faccio, pensando sempre a quante persone mi seguono, è il fatto di stare attento alle parole e di lanciare sempre dei bei messaggi, cercando di trasmettere qualcosa di positivo. 


Alcuni Youtuber sono poi approdati al cinema o alla tv. Pensi anche tu a un futuro nel mondo della recitazione? 
Sì, la recitazione è un'altra mia grande passione e infatti sto cercando di investire in questo altro campo.  

In che modo? 
Frequentando un'accademia di cinema e recitazione.  

A proposito di "investire", come li hai investiti i primi soldi guadagnati? 
Li ho utilizzati per comprare attrezzature per YouTube, per migliorare i miei video. Quindi macchinetta e computer nuovi, programmi per editare i video con una qualità maggiore… Poi ho investito su corsi di inglese, anche perché ho una fanbase internazionale, grazie soprattutto a TikTok. Insomma, ho investito sul mio futuro. Ah, i soldi li ho spesi anche per viaggiare, che è una cosa che amo molto fare. Questa estate sono stato a New York con MLA: un'esperienza fantastica. Sono stato in un college e ho avuto l'opportunità di visitare tutta New York. Un viaggio che mi ha fatto crescere tantissimo. 

Vivi con i tuoi genitori? 
Sì, anche se a breve mi trasferirò. Farò il grande passo di andare a vivere da solo.  

Un'ultima domanda: c'è un sogno che segui più di ogni altro? 
Sì, il mio sogno è proprio quello di realizzarmi nel mondo della recitazione, del cinema. Tra l'altro, posso dire di averne già realizzato una parte di questo mio sogno perché il 31 ottobre uscirà il film d'animazione "La Famiglia Addams" e io sarò la "voce" di Pugsley Addams. E' una cosa che non mi sarei mai aspettato dalla vita, ed è un grande passo avanti proprio nella realizzazione del mio sogno.  

PROSSIME DATE INSTORE TOUR 
Luciano Spinelli è in giro per l'Italia con l'Instore Tour di "Per Sempre". Queste le prossime date: 
4 ottobre, Livorno (cc Fonti del Corallo) 
5 ottobre, Casale Monferrato (cc La Cittadella) 
11 ottobre, Ascoli Piceno (cc Città Delle Stelle)






Altri articoli

Homepage #PayupExperience

Contest #PayUpExperience

Scopri le avventure di Frank, Efrem ed Emma e vota la tua preferita!


Partecipa!

Ultimi articoli