Questo sito utilizza cookies tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione anche di terze parti per proporti materiale informativo in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner presti il consenso all'uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo clicca qui.

Un progetto di BPER BANCA
Apri menu

Inserisci la chiave di ricerca e premi invio

X

Scrittura

Recensione Spada di Vetro di Victoria Aveyard

- da Glinda Izabel

Quando ho chiuso Regina  Rossa (qui la mia recensione), di una cosa ero assolutamente certa: Victora Averyard sa come stupire con colpi di scena che mirano dritto al cuore. I suoi personaggi sono tutto e il contrario di tutto, delle mine vaganti che sicuramente mi avrebbero regalato sorprese inattese nei libri successivi. 
Inutile dire che non appena ho avuto la possibilità di mettere le grinfie sul secondo libro della serie, Spada di Vetro, l’ho divorato in un sol boccone e ora sono pronta a parlarvene. Se anche voi siete ansiosi di ritrovare Mare, Cal, Maven e le loro avventure, allora leggete fino in fondo la mia recensione priva di spoiler!

Nella società in cui vive Mare Barrow c’è sempre stata un’ineluttabile quanto tremenda verità: gli Argentei regnano, mentre i Rossi periscono. In questo mondo distopico creato da Victoria Aveyard, infatti, tutto ruota attorno al potere. Quel potere che scorre assieme al sangue nelle vene degli Argentei sin dall’alba dei tempi e che ha reso i Rossi schiavi, pedine indifese in un gioco dalle sorti tragiche. 
Ma ora tutto è cambiato e ad innescare la scintilla del mutamento è stata proprio Mare: coraggiosa, avventata e pronta a tutto pur di proteggere la sua causa, persino a diventare spietata. Solo lei potrà far sorgere una nuova alba sui Rossi, offrendo loro la possibilità di un riscatto. 

L’abbiamo vista innamorata e confusa in Regina Rossa, sopraffatta da un dono che non sapeva di possedere e dai giochi di potere che hanno minacciato di portarle via ogni cosa. E la troviamo più fredda e calcolatrice in Spada di Vetro, armata di una nuova determinazione e della consapevolezza che la fiducia è un bene troppo prezioso per cederlo a chiunque. Nuovi nemici da cui guardarsi le spalle, una nuova missione da portare a compimento e tante, troppe le responsabilità tra cui destreggiarsi , metteranno Mare alla prova e la cambieranno profondamente in questo nuovo capitolo dell’ambiziosa storia imbastita da Victoria Aveyard.

Pur essendo il classico libro di passaggio, tipico delle serie piuttosto lunghe, Spada di Vetro non lesina in sorprese e tiri mancini capaci di mozzare il respiro al lettore.  Mare cresce e si evolve in qualcosa di inatteso, intraprendendo strade tortuose dalla destinazione incerta. Inutile negare il fascino del “nuovo” villain che, con le sue macchinazioni, stupisce e tiene alta l’attenzione anche nei passaggi più lenti della storia. Anche in questo romanzo il cuore di Mare è in tumulto e complici le tremende delusioni subite in passato, sarà arduo lasciarsi andare con fiducia. Pur non potendovi dire molto per evitare di rovinarvi la sorpresa, posso assicurarvi che farete strenuamente il tifo per uno dei suoi pretendenti.  Non ci resta che tuffarci nel terzo romanzo della serie, in attesa dell’ultimo libro della saga!



fabiola miniatura

Glinda Izabel

Blogger

Fabiola, sul web conosciuta come Glinda Izabel, è la curatrice unica di Atelier dei Libri. Un blog che racconta la passione della sua creatrice, che ama perdersi in romanzi per giovanissimi e ha riversato tutta la sua dedizione per il mondo della letteratura young adult.

Altri articoli

Contest Fotografia

Contest Fotografico #VersoScuola

Il contest è terminato: continua a seguirci per scoprire i vincitori.


Guarda le foto

Ultimi articoli